C
 
UBAnews
 
rRIVISTA TELEMATICA MENSILE A CURA DI GIOIA MINUTI
NARRATIVA - LIBRI

 

Vertice di poeti con versi d’urgenza

di Michel Hernández

             

Mentre lei legge queste righe, una pallottola può togliere la vita a qualcuno in Iraq, il popolo palestinese scende per le strade per lottare contro l’occupazione del suo territorio, i bambini dei quartieri degradati dell’Africa, Europa, Stati Uniti e America Latina affrontano l’inferno dantesco dell’esclusione che uccide per sempre la loro innocenza, ed è quindi gratificante vedere che un gruppo di poeti di prima linea provenienti da 20 paesi si sia dato appuntamento in un Festival della Poesia de L’Avana, spinto da una  sensazione d’urgenza e facendo voti  a favore dell’unione degli uomini di buona volontà, per accendere una voce nell’oscuro inverno della guerra, la disuguaglianza, il razzismo, i dissidi, la discriminazione, la miseria...

Nel Salone della Solidarietà del Hotel Habana Libre si è svolta la sessione dell’Incontro Mondiale dei Poeti in Difesa dell’Umanità dove notissimi autori come i cubani Pablo Armando Fernández e Nancy Morejón (Premi Nazionali di Letteratura), il peruviano Hildebrando Pérez, il sudafricano Zolani Mkiva, il russo Igor Nekhames, il mozambicano Marcelino Dos Santos e altri hanno sottolineato la necessità di usare le armi della poesia per frenare la distruzione delle identità regionali.

Hanno condannato anche la vile natura di coloro che stimolano le guerre,  l’occupazione del territorio della Palestina da parte dello Stato d’Israele ed hanno reso omaggio al poeta palestinese Mahmud Darwish, una delle grandi voci liriche del mondo arabo.

Hanno conversato sul sacrificio silenzioso del processo di creazione e si sono avventurati nell’universo intimo della lettura delle poesie; hanno proclamato il loro sostegno al movimento di solidarietà mondiale per la librazione dei Cinque Eroi cubani ingiustamente reclusi nel carceri dell’impero da più di dieci anni.