MIRADA CUBANA ARCHIVIO


 

 

QUALE IDENTITA' IN ITALIA A FIANCO DI CUBA?

 

Ci piacerebbe tanto conoscere qual'Ŕ la vera identitÓ delle associazioni italiane che si dichiarano amiche del popolo cubano. Sulla carta ce ne sono molte ma, realmente, esiste un coordinamento che in maniera univoca, racchiude ed indirizza tutti gli sforzi che ognuna di queste entitÓ realizza a favore dell'isola di Fidel?
Il problema Ŕ sempre quello ed ormai noto agli addetti ai lavori: non esiste un punto di incontro tra le politiche dell'Associazione di Amicizia Italia-Cuba (la realtÓ pi¨ storica esistente in Italia) e quelle di quasi tutte le altre. Eppure, in questo clima di regime democratico esistente in Italia, ci sarebbe davvero bisogno di un denominatore comune che fungesse da filtro unico per tutti coloro che, con caparbietÓ coerenza e passione, ancora credono in quel sogno chiamato Cuba (ed ora quasi tutto il latinoamerica), piuttosto che litigare per stabilire chi Ŕ meglio dell'altro.
Siporcuba ha da sempre chiesto ed auspicato che si possa trovare con determinazione il denominatore comune che possa essere la chiave di volta per tutti dove, seppur ognuno con il suo pregresso storico e le ovvie differenze, possano collaborare in comunione di idee e di intenti.
Invece, sorgono comitati, fondazioni, associazioni ognuna credendo di essere la vera risposta e, ne pi¨ ne meno, applicano in maniera speculare quanto sta avvenendo all'interno dell'universo di una sinistra povera di idee e litigiosa dove, le uniche cose a regnare, sono le ambizioni personali di tutti coloro che non hanno l'umiltÓ necessaria per capire quanto necessita fare, a scapito dell'egocentrismo imperante.

Ritornando sull'argomento, se solo contiamo i singolo sforzi che si perdono inevitabilmente nel caos di una disorganizzazione, ci viene da pensare che se solo tutti questi fossero concentrati in un unico organismo di coordinamento, si potrebbero davvero valorizzare tante piccole iniziative che, unite, raggiungerebbero di certo, traguardi impensabili per una sola entitÓ.

E' mai possibile seguire con  questa politica miope? Chi se ne giova e perchŔ?

Le risposte ognuno pu˛ cercarle in proprio e, magari, gli interessati potrebbero anche farsi una piccola introspezione e un bagno di modestia che necessita.

E' un consiglio che ci rivolgiamo per primi, non essendo noi esenti da queste pecche, ma invitando tutti i compagni a fare altrettanto e a fornire idee per un dibattito che deve essere un punto di partenza per realizzare qualcosa di concretamente solido.

Noi siamo disposti e voi?

 

 

info@siporcuba.it

 HyperCounter