SEZIONI

POLITICA  - CULTURA
CULTURA A CUBA
EDITORIALI PRECEDENTI
SPECIALE HUGO CHAVEZ
STORIA
AMERICA LATINA
ULTIME NOTIZIE
 
CUBA OGGI
OBAMA A CUBA
SPECIALE USA-CUBA

LA VITTORIA STRATEGICA

RIFLESSIONI DI FIDEL
RESISTENCIA EN HONDURAS
CORSO DI SPAGNOLO
speciale Marti'
OFF TOPIC
pagine DI UN POETA
SCARICA LIBRI CUBANI GRATIS
CUBANEWS
DALL'AMBASCIATA
CANESCIOLTO
RACCONTI  CUBANI
100$ PER UN AMORE
non solo CUBA
RACCONTO DEL MESE
MONDOCANE
uaicaterra  COLOMBIA
LA CUBA DI GIN
Corrispondenze da Cuba (esp.)
ULTIME DALLA COLOMBIA (esp)
GUERRA DELL'IMPERO
QUE ME CUENTAS
FIHAV 2018
 

ANNOTAZIONI E SPIGOLATURE CUBANE

a cura di
Gioia Minuti

 

 

PRESENTI NELLA SFILATA DEL 1º MAGGIO, MIGLIAIA DI AMICI DI ALTRI PAESI

 

Circa 1000 amici di Cuba provenienti da un centinaio di paesi hanno assistito alla sfilata del 1º Maggio dalla base del monumento a José Martí in Piazza della Rivoluzione de l’Avana...[segue SPECIALE 1° MAGGIO 2019]

 

speciale Siporcuba
sui 5 patrioti cubani
 

 

PL notizie, info e molto di piu'
il romanzo cult degli anni '90

Una storia d'amore nella Cuba dei primi anni '90, quando molti italiani scoprirono le gioie ed i sogni che Cuba riservava loro...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LE PIU' BELLE FOTO DI CUBA

le foto di Rod


juaicaterra
COLOMBIA

 
APPUNTAMENTI

PER SEGNALAZIONI A PROPOSITO DI APPUNTAMENTI CULTURALI E POLITICI DEDICATI A TEMATICHE CUBANE, INVIARE MAIL A: info(at)siporcuba.it

 

 

IL LIBRO DEL MESE CONSIGLIATO DA

SIPORCUBA

Un itinerario erotico verso la libertà, la coscienza di sé, la felicità. Il diario di una donna che si pone come oggetto e soggetto di ricerca, osservatrice partecipante, con il suo corpo e i suoi sentimenti, per vedere qual è il limite della forza e della fragilità delle persone che si scontrano e si combinano.

COMPRA QUI

 

 

CIENFUEGOS SARÀ LA SEDE DELLA MANIFESTAZIONE

 

CENTRALE  PER IL 26 DI LUGLIO

 

Il Burò Politico del Comitato Centrale del Partito ha accordato di assegnare alla provincia di Cienfuegos la sede della manifestazione centrale per il 69º anniversario degli assalti alle caserme Moncada e Carlos Manuel de Céspedes il prossimo 26 di Luglio. La decisione ha considerato il positivo impegno negli ambiti politico, economico e sociale, ai quali hanno contribuito in maniera sostenuta tutti i settori della società cienfueghera. La provincia mostra indici economici favorevoli; spicca per l’impulso ai poli produttivi e la differenziazione delle sue produzioni agricole e dell’allevamento. Anche se non ha completato il piano previsto nella recente produzione di zucchero, mantiene risultati stabili negli ultimi tre anni. Inoltre realizza il programma della casa e incrementa la produzione locale dei materiali della costruzione. Nella sfera dei servizi il territorio ha ottenuto progressi promettenti nello sviluppo del turismo, del trasporto, del commercio interno e dell’informatizzazione. Avanza nell’educazione, la cultura, la salute e lo sport. Ha realizzato un noto lavoro nello scontro alla COVID-19 e si è mantenuta stabilità negli indici di salute. È notevole lo sviluppo del lavoro culturale comunitario, del le realizzazioni nell’insegnamento artistico e la preservazione del patrimonio. Il sistema di gestione di scienza e innovazione condotto dalla direzione del Partito e del Governo con la partecipazione attiva dell’Università Carlos Rafael Rodríguez, ha avuto un favorevole impatto in differenti settori e nei progetti di sviluppo locale. I principali processi politici e i programmi della Rivoluzione hanno contato con un ampio appoggio e partecipazione popolare. Nell’ultimo controllo governativo realizzato nel territorio sono stati constatati passi avanti nel lavoro del governo. Il Burò Politico estende un sentito riconoscimento a tutto il popolo cubano, che è cresciuto di fronte alle avversità ed è stato protagonista di una delle più belle pagine d’eroismo e dedizione, in difesa della nazione e della nostra opera colossale di giustizia di fronte alla continua aggressione imperialista. Per tutte queste ragioni convoca a commemorare il Giorno della Ribellione Nazionale con il più alto spirito rivoluzionario e patriottico, in stretta unità attorno al partito. Le motivazioni speciali per questa memorabile data sono le eccellenti scoperte della scienza e della medicina cubane che hanno permesso il controllo della pandemia e il riconoscimento internazionale delle nostre vaccinazioni; le mostre di solidarietà e di accompagnamento nella denuncia del blocco indurito degli Stati Uniti contro Cuba e recentemente la dimostrazione di partecipazione, appoggio e impegno del popolo in occasione della celebrazione del 1º Maggio. Questo 26 Luglio sarà un’occasione eccezionale per fomentare i principali impegni economici, sociali e della difesa del paese, tra i quali la produzione di alimenti, la semina della canna da zucchero, il recupero delle capacità di generazione elettrica, le trasformazioni nei quartieri e nelle comunità, la costruzione delle case e altre azioni come parte dell’implementazione della strategia economica e sociale. Sarà inoltre un’altra conferma certa della vigenza del pensiero, delle gesta emancipatrici di Martí e Fidel, e del legato della Generazione del Centenario, la cui fedeltà alla Patria fa spiccare oggi la resistenza creativa del nostro popolo.

 


CUBA  ATTUALITA'
  

 

 

IL PRESIDENTE CUBANO CHIAMA A CONSERVARE
 

LE SCOGLIERE DI CORALLO
 

di Milagros Pichardo


 

Il Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba e Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, ha festeggiato dal suo account in Twitter il Giorno Mondiale delle Scogliere di Corallo. Il mandatario ha ricordato che la nostra isola è circondata da questi incredibili ecosistemi che sono quelli di maggior biodiversità marina nel mondo. Inoltre ha segnalato che «è nostro dovere conservare, maneggiare e utilizzare in maniera sostenibile queste risorse. Esistono a Cuba più di 1.600 chilometri quadrati di scogliere. Questi e altri ecosistemi costieri, come le mangrovie, sono una protezione naturale per le coste di fronte all’erosione, le inondazioni e altri effetti del cambio climatico, pubblica la prestigiosa rivista scientifica, Nature. Dal 2019,ogni 1º giugno si celebra il Giorno Mondiale delle Scogliere con l’obiettivo di formare coscienze tra le persone sui seri pericoli che questi ecosistemi affrontano per via di fattori come il riscaldamento degli oceani, la pesca eccessiva e l’inquinamento e per promuovere l’impegno da parte delle organizzazioni e delle imprese con azioni concrete per la conservazione e la protezione delle scogliere. In accordo con le stime della divisione degli ecosistemi marini iscritta al programma della ONU per l’ambiente, il pianeta potrebbe perdere le scogliere di coralli vivi nel mondo nel 2050. È un dato preoccupante che necessita misure urgenti da parte di tutti i paesi del mondo una lotta per la loro preservazione e il loro futuro.

 


«GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE», HA DETTO L’ITALIA A CUBA

 

di Alina Perera Robbio


 

Con la presenza del Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista e Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, e del membro del Burò Politico e primo ministro, Manuel Marrero Cruz, è cominciato martedì 31 maggio, nell’emblematico Hotel Nacional de Cuba, il XIII Congresso della Confederazione degli Italiani nel Mondo (CIM). Nel Salone 1930, come inaugurazione, c’è stata la sfilata di 30 bandiere come ripasso simbolico delle nazioni nelle quali esistono comunità italiane, come Australia, Albania,Olanda, e i Paesi dell’America Latina, inclusa Cuba. Ángelo Sollazzo, presidente della Confederazione degli Italiani nel Mondo ha pronunciato le parole inaugurali dell’incontro. Il dirigente ha ricordato l’appoggio eccezionale che Cuba ha offerto tradizionalmente alla Confederazione, ed ha sottolineato che il XIII Congresso della CIM avviene a L’Avana dopo due anni angosciosi per la pandemia che in Italia è costata la vita di 240.000 persone, e che nel mondo ha provocato la scomparsa di circa cinque milioni di esseri umani. Un momento emozionante accompagnato da un forte applauso dei presenti, è avvenuto quando Angelo Sollazzo ha ricordato con profonda gratitudine l’aiuto offerto dai medici e dai professionisti cubani della salute in terra italiana, per affrontare la devastante epidemia del coronavirus. Poi Sollazzo ha detto, a proposito del conflitto bellico che si soffre in Europa, non avrebbe mai immaginato che il 2022 sarebbe stato marcato da uno scontro di grande portata, vissuto già nella 2ª Guerra Mondiale. Il ministro del Turismo di Cuba, Juan Carlos García Granda, è andato sul podio in nome delle autorità dello Stato e del Governo cubani ed ha affermato che è un piacere ricevere in un hotel che è monumento nazionale e insegna del settore alberghiero nell’Isola coloro che partecipano al XIII Congresso della Confederazione. Dopo 24 anni c’incontriamo di nuovo, ha detto García Granda; ed ha ricordato il 1998, quando nel balneario di Varadero, e con la presenza del Comandante in Capo Fidel Castro Ruz, si celebrò l’incontro del quale Cuba fu anfitrione. Desideriamo estendere un ringraziamento al signor Sollazzo, ha detto il ministro, per aver scelto per la seconda volta l’Isola dei Caraibi in qualità d’anfitrione.  Granda ha condiviso la certezza che questo XIII Congresso contribuirà a fomentare gli investimenti, gli affari e le relazioni commerciali di Cuba con l’Italia e con i paesi dove ci sono comunità di questo paese europeo amico. «Siate i benvenuti in una Cuba che vive e lavora», ha affermato il Ministro ai presenti nel Salone 1930, ed ha invitato tutti a godere le bontà dell’Isola. Come espressione di gratitudine per l’indimenticabile appoggio che Cuba ha offerto all’Italia nei duri giorni della pandemia, Ángelo Sollazzo ha assegnato al Presidente Díaz-Canel il Sigillo all’Uomo CIM dell’anno. È una decorazione ha detto il Presidente della Confederazione, che si assegna a pochi nel mondo. Sollazzo ha confessato che per lui era un onore distinguere il mandatario. Ángelo Sollazo ha consegnato al ministro di Salute Pubblica di Cuba, il dottor José Angel Portal Miranda, il Premio CIM dell’anno. Nel testo del diploma si legge: «Nel momento più drammatico della pandemia della COVID-19 che aveva colpito l’Italia con migliaia di morti, i medici cubani, con grande spirito di sacrificio, hanno mostrato al mondo cosa significano solidarietà e amicizia. Un ringraziamento per la loro presenza in Italia, una prova di grande generosità. «Grazie, grazie, grazie», ha detto Sollazzo a Portal Miranda, per tutto l’aiuto dei figli di Cuba dato ai cittadini italiani colpiti dalla COVID-19. La CIM raggruppa gli italiani nei differenti paesi dove c’è emigrazione di questo paese europeo. Hanno partecipato al XIII Congresso rappresentanti di queste comunità, interessati soprattutto a temi come lo sviluppo del turismo in Cuba. Il Congresso ha compreso tavoli di dibattito sull’investimento turistico, la costruzione, l’energia e l’attività turistica.

 


 

IL GIOCO D'AZZARDO A CUBA

 

L’iconografia di una Cuba prima della rivoluzione si basa su di una specie di Eden del piacere dominato dalla mafia e tacitamente approvato dal presidente Fulgencio Batista.Nei più sfarzosi hotel dell’Avana non era raro incontrare elementi come Lucky Luciano o Meyer Lansky che trasformarono la capitale cubana in un porto franco dell’illegalità dove tutto era consentito. Dal gioco d’azzardo alla prostituzione, ogni cosa era condita dalla corruzione di un potere politico alquanto disponibile quanto capace di approfittare di facili compensi. L’immagine di una Cuba felice tra ballerine e mambo suonati da abili orchestre, si scontrava con il quotidiano di milioni di poveri cubani che dovevano arrabattarsi solo per avere di che sopravvivere. Si può dire a posteriori che la dissolutezza a Cuba era originata dalla criminalità e dal potere politico, ovviamente tutelato da forze militari appositamente addestrate, che avevano trovato un denominatore comune. Ovvio che anche al di fuori dai patrii confini, la nomea che a Cuba ci si poteva divertire senza alcun limite, provocava una forte domanda turistica e non solo provenienti dai vicini Stati Uniti. Al giorno d’oggi, trascorsi diversi decenni dal trionfo dei barbudos che rovesciarono il regime del dittatore Batista e l’impostazione di un socialismo tropicale, L’Avana e altre storiche città, hanno riacquistato quella dignità che nega qualsiasi virtuale contatto con quella che era la Cuba ante rivoluzione anche se, dal tessuto urbano – profondamente restaurato – alle vecchie automobili americane che ancora miracolosamente si muovono per l’isola, sono testimoni di un tempo oramai passato. Per chi volesse assaporare l’epoca d’oro del gioco d’azzardo, al giorno d’oggi esistono altri sistemi che possono essere sfruttati da qualsiasi device connesso ad Internet attraverso il quale entrare in diretto contatto con la fortuna. È sufficiente andare sul sito NetBet per tentare la sorte con tanti divertenti e coinvolgenti giochi d’azzardo come se foste davanti ad un tavolo verde attenti a sviluppare il vostro gioco.

 

VENEZUELA
 

 

L’IMPERIALISMO SARÀ SEMPRE NEMICO DEI POPOLI LIBERI

 

José Llamos Camejo Inviato speciale

 

«L’imperialismo sarà sempre nemico dei popoli che vogliono essere liberi», ha avvisato il vicepresidente del Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV), Diosdado Cabello, riferendosi all’operativo detto Negro Primero, che due anni fa ha frustrato un tentativo di sequestro contro il presidente Nicolás Maduro. In maniera simultanea, eseguita al principio di maggio del 2020 dalle Forze di Sicurezza con l’appoggio attivo del popolo in due punti del litorale nord del Venezuela, la Negro Primero aveva sgominato un altro complotto criminale che gli autori, l’estrema destra venezuelana e i gringos avevano battezzato Operación Gedeón. Gli organi d’intelligenza del paese, con efficacia, hanno evitato che la macchinazione terminasse con una tragedia a sorpresa. In questo modo – il peggiore per i terroristi- la loro pretesa si è dissolta nelle spiagge di Macuto e Chuao,scelte dai mercenari per entrare nel paese alla ricerca del leader chavista, eletto presidente dal suo popolo nelle urne. Il Venezuela proprio lì, ha messo fuori combattimento l’opposizione estremista interna e il suo recalcitrante tutore straniero. Abbattuti o catturati quasi tutti i mercenari terminarono come pappagalli descrivendo i dettagli della diabolica congiura. «Le forze rivoluzionarie e l’unità sono la maggior garanzia per far sì che la Rivoluzione Bolivariana perduri nel tempo», ha avvisato Diosdado Cabello, riferendosi al fatto . «Possiamo affermare, ha affermato, che questa rivoluzione avrà una lunga vita sempre e quando ci manterremo uniti». Della destra all’opposizione ha detto che per essenza è violenta e cerca questa via quando si vede superata nelle elezioni. «E sempre agisce a lato dell’imperialismo».

   

ATTUALITA'
 

PERCHÈ BRILLI SEMPRE A CUBA OGNI SORRISO INFANTILE


 

di Leidys María Labrador Herrera


 

C’è una magia inesplicabile nei bambini. Li avvolge il mistero di fare propri, con le loro emozioni e sentimenti, tutto quello che li circonda, di colorare il mondo e la gente. Se sorridono trabocca un’energia che riscalda l’anima e per un istante sembra che tutto si riassuma in questo viso felice, ma se la tristezza li abbatte, se un segno di dolore attraversa il loro volto, non c’è immagine più commovente. È per questo che ci sono poche cose nel mondo tanto sacre come il dovere di proteggere questi sorrisi, soprattutto perchè questa umanità, molte volte egoista, tormentata e insensibile a così preziosi tesori, li trascina in maniera crudele, lacerante e prematura nell’occhio dei suoi innumerevoli uragani. Senza dubbio questa innegabile e dura realtà non è in maniera assoluta l’immagine del presente e del futuro dei bambini della Terra. Esistono molte buone volontà disposte a proteggere «la speranza» del mondo. Tra questi impegni che senza tregua scommettono per fare del nostro un pianeta più sicuro, giusto con diritti uguali e opportunità per tutti i bambini, merita una citazione speciale quello della nostra Isola. È ammirabile e unica la certezza di garanzie per una vita piena che Cuba offre ai suoi piccoli. Noi che abbiamo avuto la fortuna di vivere la nostra infanzia protetti dalla Rivoluzione, possiamo dar fede dell’attenzione, la preoccupazione e la minuziosa cura che pone questa società in funzione dei suoi bambini. Se inoltre sono nati qui i nostri figli, è doppio il ringraziamento a un paese che per la coerenza tra politiche pubbliche e accesso ai diritti più elementari, con il fine di propiziare un benessere completo a tanti preziosi e meravigliosi esseri, e si erige come esempio di fronte al mondo. Un paese che cura il nuovo essere dal ventre materno e non tralascia per questo nessuna risorsa materiale o umana. Forse sono stati duri i momenti vissuti durante la pandemia, l’esempio più recente di questa verità. Lo sforzo titanico di questo Stato e delle sue istituzioni ha permesso non solo che ogni bambino cubano infettato dal virus ricevesse la più accurata delle attenzioni, ma anche che questa nazione terribilmente bloccata,assediata dalle campagne di odio e da costanti tentativi di discredito, sia stata la prima a vaccinare nel mondo in forma di massa la sua popolazione pediatrica a partire dai due anni. Ed è anche questo il paese che offre totale protezione ai piccoli che per diverse ragioni mancano di protezione familiare ed ha firmato gli accordi e le convenzioni internazionali che sostengono l’azione congiunta a favore dell’infanzia, quello che oggi promuove un nuovo Codice delle Famiglie, che amplia la portata dei loro diritti e delle responsabilità familiari e della società con loro. Molte cose ci permettono di celebrare con sano orgoglio questo 1º giugno Giorno Internazionale dell’Infanzia. Ma che sia ben chiaro, anche se non si contano i nostri tra i milioni di bambini lacerati per sempre da flagelli risolvibili, che operiamo con più umanità dall’esempio e dall’impegno e non smetteremo mai di lottare per far sì che sorridano sempre.


 

IL PREZZO DELLA MORTE
 

di Frei Betto

 

 

Nella COP 26, realizzata nel 2021, i paesi sviluppati si sono impegnati a destinare 100.000 milioni di dollari al Fondo d’Adattamento per aiutare i paesi in via di sviluppo e adeguarsi al cambio climatico. Alla fine d’aprile del 2022 l’ Istituto Internazionale degli Studi per la Pace di Stoccolma ha diffuso nella sua relazione annuale che nel 2021 le spese militari mondiali hanno superato i due bilioni di dollari, una cifra mai raggiunta prima. I paesi che investono di più in armi sono gli Stati Uniti, l’India, il Regno Unito e la Russia, che rappresentano il 62% della quantità citata e gli Stati Uniti sono responsabili da soli del 40% del totale delle spese in armi. Basta dire che il sistema di armi Lockheed Martin F-35, progettato dagli Stati Uniri per fabbricare aerei caccia supersonici multi funzioni, ha un bilancio di quasi due bilioni di dollari, il più elevato nella storia dell’industria bellica. Il fatto è ovvio: non mancano risorse per ammazzare le persone e squilibrare maggiormente l’ambiente con prove nucleari e lo sfruttamento di minerali per l’industria della guerra. Intanto si destina una misera spicciolata per evitare lo squilibrio ambientale. In aprile, un articolo pubblicato nel The Lancet Planetary Health segnalava che tra il 1970 e il 2017 (47 anni), «le nazioni con forti entrate sono responsabili del 74 % della generazione globale di materiale eccedente, soprattutto gli Stati Uniti (27 %) e i 28 paesi con alte entrate dell’Unione Europea (25 %)». I paesi del sud del pianeta sono responsabili solo del 8 %. Il materiale eccedente è tutto quello che le imprese e il commercio considerano uno scarto, inutilizzabile, e che quindi si può gettare via, come le tonnellate di plastica che inquinano gli oceani e avvelenano i pesci. Nei paesi molto ricchi c’è molto materiale eccedente per via dell’uso frequente di risorse abiotiche, e questo è tutto quello che rende impossibile la presenza di vita vegetale o animale. Le principali risorse abiotiche sono i combustibili fossili, i metalli e i minerali non metallici, utilizzati in grande scala in questi paesi. La minor generazione di materiale eccedente nei paesi più poveri si deve al maggior utilizzo di risorse biotiche (biomassa),che sono rinnovabili, a differenza delle risorse abiotiche. Questo dimostra che paesi ricchi dell’Atlantico Nord sono colpevoli della distruzione del pianeta. Gli autori dell’articolo segnalano che le nazioni con alte entrate hanno una schiacciante responsabilità per il collasso ecologico globale e quindi hanno contratto un debito ecologico con il resto del mondo. Questi stessi paesi sono quelli che investono maggiormente nella fabbricazione e il commercio delle armi. «Il Pentagono e le forze armate degli Stati Uniti sono i maggiori consumatori individuali di petrolio - dice uno studio di Brown University- e, come risultato, uno dei maggiori emittenti di gas con effetto serra del mondo». Per far sì che gli Stati Uniti e i loro alleati firmassero il Protocollo di Kyoto nel 1977, gli Stati membri della ONU avevano dovuto permettere che le emissioni di gas con effetto serra dei militari fossero escluse dal rapporto nazionale sulle emissioni. I dati seguenti pongono in evidenza la noncuranza dei paesi ricchi in quello che è il rispetto della preservazione ambientale e il futuro del nostro pianeta: nel 2109 la ONU ha calcolato che la breccia annuale di finanziamento per realizzare gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (ODS) era di 2,5 bilioni di dollari. Destinare agli ODS i due bilioni di dollari che si dedicano annualmente alle spese militari permetterà di sradicare o attenuare molto i principali fattori antitetici con la dignità umana: la fame, l’analfabetismo, la mancanza di casa, il risanamento, l’assistenza medica, etc. Nel 2021 il mondo ha speso più di due bilioni di dollari nella guerra e ha investito solamente 750.000 milioni in energia pulita e in efficienza energetica. L’investimento totale in infrastrutture energetiche nel 2021 è stato di 1,9 bilioni di dollari, ma la maggior parte di questo investimento è stato in combustibili fossili (petrolio, gas naturale e carbone). Continuano gli investimenti in combustibili fossili e aumentano gli investimenti in armi mentre quelli destinati alla transizione verso nuove forme d’energia più pulita continuano a essere insufficienti. I dati dimostrano che la lotta per la preservazione ambientale si vincola alla lotta per la conquista della pace e alla riduzione non solo dell’arsenale bellico del mondo, ma anche dei fattori che provocano morti precoci di milioni di persone che non possono godere le condizioni d’una vita degna.

 


 

ESSERE CAPACI D’AFFRONTARE OGNI PERICOLO POSSIBILE


 

Dalla Raffineria di Petrolio Ñico López, e in presenza del Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista e Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, il generale di divisione Ramón Pardo Guerra, capo dello Stato Maggiore Nazionale della Difesa Civile, ha segnalato la fine dell’Esercizio Popolare delle azioni in situazioni di disastro, Meteoro-2022. Realizzato in tutta la nazione, da sabato 21, l’esercizio ha avuto l’obiettivo di rinforzare le capacità del paese per affrontare i pericoli di disastri d’origine naturale tecnologico e sanitario, considerando la situazione epidemiologica che presenta il paese. La web della Presidenza della Repubblica, ha segnalato che il primo luogo visitato è stata l’Impresa Cubana del Gas S.A. ubicata nel municipio della capitale di Regla, dove il Capo di Stato ha assistito al simulacro realizzato da un gruppo di lavoratori di fronte a una virtuale fuga di gas. Hanno accompagnato il mandatario Manuel Marrero Cruz, primo ministro e il ministro delle Forze Armate Rivoluzionarie, generale di corpo d’esercito Álvaro López Miera, tutti e due membri del Burò Politico. Lázara Inés Soria, gerente generale dell’Impresa Cubana del Gas S.A., ha spiegato al presidente che i lavoratori si addestrano in questo tipo di simulacri perché l’abitudine a situazioni di tranquillità è pericolosa. «Il peggio è quando ci abituiamo, ha sottolineato il mandatario, alludendo alla necessità di non abbassare mai la gurdia di fronete alla possibilità d’una situazione di disastro. Nella Raffineria di Petrolio Ñico López, la direttrice generale, Dayana Beyra Fernández, ha offerto la spiegazione sul simulacro di una perdita di combustibile che lì ha mobilitato l’azione di un gruppo di lavoratori. Díaz-Canel ha indicato la presenza notevole di donne in impegni difficili e di reale pericolo e ha chiesto di studiare gli incidenti che sono avvenuti in altre raffinerie del paese «per far sì che abbiano tutte le esperienze», ha riferito la web de la Presidenza. Poi è stato segnalato il fatto di vedere lì gente giovane e donne al fronte, con dominio e una tremenda disposizione , e questo «rinforza molto e dà molta energia».

 


 


AMERICA LATINA
 

I GIOCHI CHE HANNO AVUTO ORIGINE IN SUD AMERICA

Il Sud America è una regione nota per le sue tradizioni e cultura. Le persone che vivono qui sono tra l’altro gentili, amichevoli e ospitali. Premesso ciò, va altresì aggiunto che mentre questo territorio è principalmente conosciuto per la sua musica, i balli tradizionali e la cucina straordinaria, le persone che vivono qui amano anche un'altra attività ossia i giochi da casinò con alcuni di questi che sono persino nati in loco.

Il boom dei giochi online in Sud America

Fino a pochi anni fa, gli unici posti in cui in Sud America e in parte di quella centrale era possibile divertirti con i giochi di casinò erano le strutture terrestri. Nel 2015 è nata una nuova tendenza che va sotto il nome di casinò online e le popolazioni locali ne sono state molto attratte. Questi siti infatti offrono grandi vantaggi rispetto ai casinò tradizionali in quanto forniscono un'esperienza di gioco unica. Ci sono tra l’altro molti giochi di qualità tra cui scegliere, i siti sono sicuri e accettano numerosi metodi di pagamento.

I giochi da casinò sono creati da alcuni dei fornitori più rinomati al mondo e presentano decine di elementi che si richiamano propri alla cultura latino-americana.

Questo gioco ha preso piede in tutta Europa, nonostante, la sua fama, non ha mai potuto superare quella del blackjack, oggi molto giocato anche nel nostro paese, grazie agli operatori legali come starcasino.it/blackjack, con... [segue]

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.     
Questo sito può essere oggetto della protezione accordata dalla Legge sul Diritto d'Autore (Legge 633 / 1941)  
 
privacy e note legali -
CREDITI -  Tutti i diritti Riservati Copyright ©2000- 2022

direttrice della informazione da Cuba: Gioia Minuti