“Vogliono provocare una crisi per giustificate un’invasione della NATO e degli Stati Uniti in Venezuela”,  ha precisato il mandatario durante un incontro con studenti rivoluzionari nel Palazzo di Miraflores (sede del Governo). Maduro ha segnalato che il presidente del Governo spagnolo, Mariano Rajoy, e il presidente dell’Assemblea Nazionale, Henry Ramos Allup, stanno dietro ad azioni golpiste contro il paese.  “Non potranno! non potranno! Il Venezuela uscirà da questa situazione con dignità, con lavoro, amore e con la forza e il potere di un popolo intero che è unito alla Patria e vuole la pace”, ha dichiarato ed ha sottolineato che dalla Spagna si realizza una propaganda di guerra contro  il Venezuela.  “Tutti i giorni mi ritrovo nelle prime pagine della stampa spagnola. Tutti i giorni. Dietro a questo c’è  Rajoy, c’è la destra  di Ramos Allup che invita ad intervenire nei temi interni che sono solo dei venezuelani” ha precisato.  “Come si spiega che questo umile lavoratore venezuelano, tutti i giorni appare nelle prime pagine della stampa spagnola? La sola cosa che posso dire è : “ Smetti d’essere invidioso Rajoy, non essere ridicolo. Occupati dei problemi della Spagna, che dei problemi del Venezuela c’incarichiamo noi”, ha terminato. Recentemente il capo del Governo in funzioni della Spagna, Mariano Rajoy, ha fatto una serie di dichiarazioni su temi interni del Venezuela ed ha assicurato che: “appoggerebbe il popolo di questo paese sudamericano una e un’altra volta per far sì che non perda la sua speranza”. Inoltre il suo governo ha concesso la nazionalità spagnola ai genitori del reazionario Leopoldo López, politico venezuelano recluso per la sua responsabilità nelle azioni violente note come "guarimbas", che nel 2014 hanno provocato la morte di 43 persone oltre a 800 feriti.  Il presidente del partito spagnolo Ciudadanos, Albert Rivera, ha visitato Caracas ed è stato ricevuto dall’opposizione venezuelana nella sede dell’Assemblea  Nazionale, dove ha invitato a votare per la revoca contro il mandatario venezuelano.