RIFLESSIONI DI FIDEL METEO CREDITI LINKS 

 

privacy e note legali

LA VITTORIA STRATEGICA
di Fidel Castro

   

  IN EVIDENZA   
Svolta nei rapporti tra gli Usa e Cuba, L'Avana rilascia Gross. Telefonata tra Obama e Raul Castro - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/cuba-rilascia-alan-gross-contractor-americano-in-carcere-da-cinque-anni-9ee7aefb-de56-4353-a83f-6ddf3488cd63.html#sthash.reZHukzx.dpuf
Svolta nei rapporti tra gli Usa e Cuba, L'Avana rilascia Gross. Telefonata tra Obama e Raul Castro - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/cuba-rilascia-alan-gross-contractor-americano-in-carcere-da-cinque-anni-9ee7aefb-de56-4353-a83f-6ddf3488cd63.html#sthash.reZHukzx.dpuf

IL FORUM DI SAO PAULO È UN BASTIONE ANTICOLONIALE E INDIPENDENTISTA DI PUERTO RICO


“Il Forum di Sao Paulo è diventato un bastione contro il colonialismo”, ha affermato a Leon, in Messico il leader  indipendentista portoricano Julio Muriente. Il copresidente del Movimento Indipendentista Nazionale Hostosiano (MINH) di Puerto Rico ha detto in un’ intervista data a Prensa Latina che la causa della lotta contro il colonialismo è uno dei temi principali del Forum, che riunisce più di un centinaio di organizzazioni politiche dell’America Latina e dei Caraibi. “Nella sinistra esiste la coscienza che quello che accade nelle colonie danneggia gli altri popoli, perchè utilizzano i nostri territori con punta di lancia contro governi progressisti e di sinistra della regione”, ha segnalato.  “Per questo il MINH porta la bandiera dell’anticolonialismo solidale con altri casi come le Isole Malvine. È una grande vittoria che il Forum di Sao Paulo sia un Forum anticolonialista in difesa dell’ autodeterminazione e della sovranità di Puerto Rico e di altri popoli”, ha commentato.  Wilma Reverón, anche lei copresidentessa del MINH,  ha parlato della risoluzione adottata quest’anno sul caso di Puerto Rico nel Comitato di decolonizzazione delle Nazioni Unite. “È una risoluzione di miglior qualità perchè riflette la lotta di decenni per Vieques, per la liberazione del nostro eroe  nazionale Oscar López, perchè comprende la crisi economica  e la mancanza di poteri per risolverla. La risoluzione ha avuto per la prima volta il co-auspicio della Russia, un alleato di grande peso nella geopolitica mondiale. La Reverón  ha assicurato che il sistema coloniale è fallito in Puerto Rico dove il debito pubblico raggiunge i 73.000 milioni di dollari, con una popolazione che non raggiunge i quattro milioni di abitanti e con il 14% di disoccupazione. Il 40 per cento della nostra popolazione economicamente attiva è obbligata a vivere dei sussidi e degli aiuti che provengono dagli Stati Uniti, le cui imprese portano fuori dal paese annualmente 35.000 milioni di dollari di guadagni”, ha segnalato ancora.

volta storica nelle relazioni tra Stati Uniti e Cuba. L'Avana ha liberato Alan Gross per "motivi umanitari": il contractor americano era stato condannato a Cuba a 15 anni di carcere ed era in una prigione dell'isola da 5 anni. Nel pomeriggio, i due presidenti Barack Obama e Raul Castro si sono sentiti al telefono per un colloquio di 45 minuti. 

Il discorso di Obama e la svolta
Alle 18 italiane il presidente Obama interverrà in un discorso alla nazione, dove dovrebbe annunciare importanti cambiamenti nelle relazioni tra Cuba e gli Stati Uniti. Secondo indiscrezioni della stampa americana, verranno rimosse le restrizioni ai viaggi e al trasferimento di denaro verso l'isola. Il rilascio fa parte di un accordo che include la liberazione di tre agenti cubani detenuti negli Stati Uniti, secondo quanto ha riferito un funzionario del governo statunitenese.

Il ruolo del Vaticano
Ed è stata la Santa Sede, a giocare un ruolo importante nelle trattative tra i due Paesi: lo riferisce non solo la stampa americana, ma anche fonti ufficiali americane. Proprio da Washington, un funzionario in anonimato riferisce che Papa Bergoglio, questa estate, avrebbe scritto una lettera a Obama e una a Castro, chiedendo di risolvere il caso di Alan Gross.

Cambia el bloqueo, l'embargo verso Cuba
Non si può ancora parlare di sollevamento totale dell'embargo contro l'isola in vigore dal 1962, ma di certo quello che annuncerà Obama è un grosso passo, il maggiore in decenni. Si ipotizza inoltre la riapertuta delle due ambasciate, nell'ambito della normalizzazione dei rapporti. - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/cuba-rilascia-alan-gross-contractor-americano-in-carcere-da-cinque-anni-9ee7aefb-de56-4353-a83f-6ddf3488cd63.html#sthash.reZHukzx.dpuf
SE TI SCRIVO DA CUBA... a cura di Gioia Minuti dall'Avana

LIBERTÀ PER OSCAR LÓPEZ  RIVERA E  INDIPENDENZA  PER PUERTO RICO


Edwin Gonzalez, è il delegato della Missione di Puerto Rico a L’Avana e mi dice: “Io lavoro qui dal 1991 e l’anno prossimo questa missione compirà il suo 50ª Anniversario.  Questa sede di Puerto Rico che si trova a Cuba, con la quale esistono vincoli storici, è la sola e unica ambasciata del Movimento Patriottico portoricano.  Abbiamo uffici nella ONU, ma nulla di paragonabile a questa ambasciata che abbiamo qui, una sorta di riconoscimento  delle autorità cubane ai portoricani che vengono nell’Isola.  Uno dei motivi è la realizzazione di un lavoro internazionale per l’indipendenza di Puerto Rico. Siamo a Miramar, il quartiere de L’Avana  vicino alla zona delle ambasciate e a diverse chiediamo appoggio sul tema della decolonizzazione di Puerto Rico nella ONU. Il 22 giugno scade di nuovo l’anniversario e sono state approvate già 3 risoluzioni che pongono ben chiaro il diritto internazionale e il diritto di non essere una colonia, riconosciuto dalle stesse Nazioni Unite…
[leggi]

MEZCLA

LA VOLONTÀ E L’IMPEGNO DI CUBA DI GARANTIRE LA SICUREZZA ALIMENTARE

Nessuna tribuna è migliore  di questa di Milano EXPO 2015 per mostrare l'impegno e la volontà del Governo di Cuba di garantire la sicurezza alimentare per il suo popolo e il suo contributo, con modesti sforzi, per sradicare la fame e la malnutrizione in linea con gli obiettivi fissati dalla FAO. Con la presenza di Bruno Antonio Pasquino, Commissario Generale di Expo Milano, il Presidente della Camera di Commercio di Cuba Orlando Hernandez Guillen in occasione della celebrazione della Giornata Nazionale nel Padiglione di Cuba nell'Esposizione Universale, il 26/7, ha detto che nella nazione caraibica lavorano instancabilmente per raggiungere la sovranità alimentare con la produzione alimentare. Durante questa settimana membri della delegazione ufficiale, seguendo il concetto di "Cuba verso l'indipendenza alimentare" si scambieranno con i rappresentanti di altri padiglioni, daranno conferenze sullo sviluppo della produzione di cacao, effettueranno incontri di lavoro con uomini d'affari italiani e incontri con funzionari di altre Camere di commercio e  istituzioni di promozione commerciale. Il capo della delegazione ufficiale all’incontro globale ha detto che un altro obiettivo del processo di aggiornamento del modello economico cubano è quello di elevare gli standard nutrizionali della popolazione attraverso la corretta gestione del territorio, dell'acqua e il modo in cui si coltivano, processano e commerciano gli alimenti, oltre al tipo di azienda alimentare che si deciderà d’avere nel territorio dell’Isola. Hernandez Guillén ha fatto riferimento all’esempio di solidarietà e di modesto contributo di Cuba che condivide tra le nazioni caraibiche la sua assistenza sanitaria, gli specialisti in nutrizione e in agricoltura con i loro risultati scientifici. Con la presenza di Pedro Luis Padron Zamora, direttore della Politica Economica del Ministero del Commercio Estero e gli Investimenti Stranieri (MINCEX); Toirac Alexis Pereira, Direttore Generale della Società di Caffè e Cacao Baracoa-Guantanamo e Maria Cristina Jorge Cabrera, Direttrice  dell'Istituto di Ricerca dell’Industria Alimentare di Cuba, Hernandez Guillen ha espresso l’impegno  dal Governo, con la più alta priorità politica e sociale data al diritto al cibo e al suo accesso, con un corretto utilizzo. L'applicazione di tali politiche attuate come una speranza per questo pianeta sovrappopolato - ha spiegato-  si concretizza in impianti biotecnologici che mostrano il valore di combinare i risultati di un profilo d’agricoltura sostenibile sempre più ecologica, con quelli della biologia molecolare per ottenere rese elevate e bassi costi. Poi ha sottolineato che la popolazione cubana ha un livello scientifico e culturale alto, che non conosce la fame e la malnutrizione, e che l'UNICEF ha onorato Cuba come unico paese dell'America Latina e dei Caraibi che ha eliminato la malnutrizione infantile. Hernandez Guillén ha ricordato l'importanza dell’alimentazione che José Martí,  il più universale di tutti i cubani, nel secolo XIX scrisse con un preveggente pensiero: "Mangiare bene,  non è mangiare riccamente, ma mangiare cose sane e  speziate, e questa è la prima necessità per una corretta manutenzione della salute del corpo e della mente ". Hernandez Guillen espresso la sua fiducia che questo straordinario appuntamento planetario possa  diventare una pietra miliare, indicando come  garantire il cibo in previsione di 9 miliardi di persone nel pianeta per l'anno 2045. Si devono trovare soluzioni per alimentare questa umanità, nonostante gli attuali modelli di consumo, i limiti naturali della terra coltivabile e di acqua potabile, e l'impatto del cambio climatico. A nome del governo e del popolo cubani, il Capo della delegazione ha ringraziato il governo italiano per l'invito ad EXPO Milano 2015, e le istituzioni dei due paesi che con sforzi congiunti hanno reso possibile la partecipazione di Cuba tra i 141 paesi presenti fino al prossimo 31 ottobre nella capitale mondiale del cibo. Fanno parte della delegazione ufficiale di Roger Garcia Lopez, Commissario Generale e Incaricato d'Affari dell'Ambasciata di Cuba in Italia, insieme ad altri membri dell'Ambasciata e Milena Perez Cepero, direttrice del Padiglione di Cuba all'Expo di Milano. Dopo il trionfo della Rivoluzione del 1959 l’Isola ha partecipato alle Esposizioni Universali di Montreal, Osaka, Vancouver, Siviglia, Lisbona, Hannover, Aichi, Saragozza e Shanghai; e dalla metà del XIX secolo, l’allora gioiello della colonia spagnola  conquistò premi con il rum, lo zucchero, il tabacco e il caffè nella Londra Crystal Palace, a Filadelfia, Barcellona e Parigi.

USA-CUBA  

LA CASA BIANCA PREPARA UN PIANO PER CHIUDERE IL CARCERE DI GUANTÁNAMO

L’amministrazione del presidente statunitense Barack Obama si trova nella tappa finale di sviluppo di un piano per, in maniera sicura e responsabile, chiudere la prigione terrorista nella baia di Guantánamo, ha detto  alcuni giorni fa  Josh Earnest, il portavoce della Casa Bianca. "Questa è una cosa a cui  i nostri ufficiali di sicurezza nazionale stanno lavorando da un tempo considerevole", ha affermato Earnest. Il portavoce ha così risposto ad una domanda a proposito di un articolo pubblicato dal New York Times che sosteneva che lo sforzo per chiudere la prigione, una del promesse fatte nel 2009 da Obama quando fu eletto presidente,  stava in collasso di nuovo. Qualsiasi piano dovrà ricevere l’approvazione del Congresso che ha posto ostacoli significativi per quel che si riferisce al trasferimento dei rei fuori dalla prigione.  La Base Navale della Baia di Guantánamo si trova nel sudest di Cuba.  Dal 1903, gli Stati Uniti hanno “preso in affitto” questo territorio, per il quale pagano circa  4.085 dollari l’anno, anche se l’ultima volta che Cuba ha accettato il denaro è stato nel 1959.

 
 CULTURA  

UNA  NUOVA VITOLA DEGLI HABANOS MONTECRISTO

La corporazione Habanos S. A, presenterà prossimamente nel mercato internazionale la nuova vitola Montecristo Media Corona, come parte di una strategia per differenziare la sua produzione.  Questo prodotto di grosso calibro e lunghezza ridotta, s’incorpora al ventaglio offerto da questa marca che molti definiscono la pìù famosa del mondo e che deve il suo nome al personaggio del romanzo dello scrittore francese Alejandro Dumas. Le dimensioni del nuovo Montecristo Media Corona completano altri formati di tendenza attuale. Il sigaro presenta un intenso sapore che ricorda il legname e un nuovo disegno dell’ anello con nuovi elementi tecnici di stampa.  Per il suo commercio sono stati confezionati scatoloni Semi Boite Nature, abilitati con  25 unità, che si potranno comprare nei punti di vendita specializzati e nelle Case del Habano distribuite in tutto il mondo.

  CURIOSITA'    
 

LA STORIA DEL GIOCO D’AZZARDO SULL’ISOLA

Con la “rivoluzione dei sergenti” del 1933 l’esercito cubano instaurò la dittatura di Batista, che raccolse inizialmente il consenso popolare grazie al varo di una serie di misure sociali e giuridiche a favore dei lavoratori. Nel giro di pochi anni, però, i cubani si ritrovarono nuovamente governati da politici corrotti, immorali e interessati esclusivamente al loro arricchimento personale: negli anni ’50 Cuba era diventata la capitale del gioco d’azzardo e della prostituzione. Numerosi esponenti della mafia americana giunsero in questo periodo sull’isola per acquistare alberghi e gestire le case da gioco e i bordelli, sfruttando il turismo proveniente dagli Stati Uniti.  Alcuni dei casinò cubani più famosi del tempo erano gestiti da Meyer Lansky, un criminale statunitense di origini russe che venne ufficiosamente nominato da Batista “Ministro del gioco d’azzardo”. Quando l’azione di guerriglia guidata da Che Guevara determinò la capitolazione del dittatore nel 1958, le case da gioco furono saccheggiate e date alle fiamme. La notte di capodanno del 1958 Batista si diede alla macchia mentre Lansky, ignaro della rivolta in corso, stava celebrando i profitti dell’ultimo anno (3 milioni di dollari) nella sua villa da 440 stanze. Nel 1960 Castro nazionalizzò gli hotel-casino dell’isola e dichiarò illegale il gioco d’azzardo a Cuba, istanza tuttora in vigore. A Cuba, quindi, le case da gioco e i casinò online sono illegali: è bene ricordarlo per non trovarsi in una brutta, inaspettata situazione mentre si fa turismo sull’isola. La legislazione italiana in materia è più rilassata; dall’Italia è possibile collegarsi a siti certificati dal Monopolio di Stato (AAMS) come Betway per puntare e vincere soldi legalmente.

CULTURA  

UN NUOVO  CORTOMETRAGGIO DI ELPIDIO VALDÉS NELL’ESTATE

 

Con i festeggiamenti per i 45 anni del famoso mambí creato da Juan Padrón, si presenteranno il cortometraggio “Elpidio Valdés ordina una missione speciale”, e un filmato dedicato a Xip Zerep, un altro personaggio creato da Padrón,  Premio Nazionale di Cinema.  Gli Studi d’Animazione del ICAIC presenteranno come parte della programmazione dell’ estate in tutta l’Isola, 20 cortometraggi e due video giochi, ha informato  Esther Hirzel, direttrice dell’istituzione. Nel mese di luglio i più piccoli potranno vedere divertendosi tre capitoli dei “Racconti per una nonna”, diretti da José Martín; due capitoli di “Il Regno dell’Ortografia” e Le avventure dell’Isola del Cocco: il lago dello specchio”, con la regia di  Jorge Oliver. “Il Regno dell’Ortografia è realizzato con animazione  3D o tridimensionale”, ha aggiunto  la Hirzel,  ricordando la recente presentazione di  Meñique, il primo lungometraggio animato in questa tecnica. Altre novità saranno “Il pastore delle nubi”,  della direttrice  Ingrid Castellanos; due nuovi capitoli della serie “Pubertà”,  diretti da Ernesto Piña; “Viaggio al mare” di Yuniel Bermúdez e  cinque avventure della piccola  detective Fernanda, del regista Mario Rivas. L’’estate non si limita alle novità nel cinema, perchè come frutto di un progetto congiunto con l’Università di Scienze Informatiche, saranno in vendita due nuovi video giochi: La Chivichana e Súper Claria  in formato PC e Android, disponibili per computer, tablets e telefoni intelligenti.

SANTIAGO DI CUBA HA RESO OMAGGIO AI SUOI MARTIRI

Con la tradizionale processione dal Parco Céspedes al cimitero Santa Ifigenia, è stato reso omaggio ieri, mercoledì 29, nell’orientale città di Santiago di Cuba, ai martiri della Rivoluzione nel 58º anniversario dell’assassino di Frank País  Raúl Pujol...[vai]

LA CEPAL VALUTA LE DINAMICHE DI CRESCITA NEL 2015

La Commissione Economica per l’America Latina e i Caraibi (Cepal) ha lamentato che il blocco imposto dagli Stati Uniti a Cuba rappresenta un freno che ostacola la crescita, anche se ha segnalato  i passi avanti dell’Isola dei Caraibi. In una conferenza stampa in questa capitale, la segretaria esecutiva della CEPAL, Alicia Bárcena, ha detto, rispondendo ad una domanda sulle prospettive economiche di Cuba, che anche se i progressi dell’Isola sono significativi, rimane sempre la formidabile barriera del blocco.  Alicia Bárcena ha dichiarato a Prensa Latina, nella sede centrale della Cepal a Santiago del Cile,  che nonostante l’apertura in alcuni settori del turismo, del commercio, e altro, la verità è che il blocco continua ad accrescere i costi finanziari.  Noi che presentiamo una relazione per l’Assemblea Generale della ONU, abbiamo calcolato che in maniera approssima il costo del blocco per Cuba è di circa 117.000 milioni di dollari,  sino al 2014.  La più alta dirigente della Cepal ha segnalato che sono state eliminate alcune restrizioni di viaggi, ma che il tema è molto più forte.  “Crediamo comunque che ci saranno 11 settori molto più attivi che attrarranno capitali stranieri come l’agro alimentare, il biochimico, le energie rinnovabili, la costruzione, il nuovo porto di Mariel operativo”, ha commentato, ed ha anche valutato le trasformazioni all’interno dell’economia cubana e i cambi di alcune leggi, “che sicuramente”, ha sostenuto, porteranno risultati positivi”.  Poi ha fatto un riferimento alle predizioni su un incremento economico di Cuba quest’anno, con una dinamica che ha superato i calcoli iniziali della CEPAL e che per ora è fisso al 4%. In accordo con la fonte, i paesi dell’America Latina e dei Caraibi avranno una crescita media dello 0.5% nel 2015. Anche se la decelerazione è un fenomeno generalizzato nella regione, l’organismo prevede una crescita eterogenea tra sub -regioni e paesi, con l’America del sud che mostrerà una contrazione di  - 0.4%; l’America centrale e il Messico una crescita del 2.8% e i Caraibi del 1.7%.  Panama sarà la prima nazione per espansione regionale, con una crescita del 6.0%,  seguita da Antigua y Barbuda (5,4%), Repubblica Dominicana e Nicaragua (tutte e due con il 4,8%), ha indicato ancora.

  CANALI
CULTURA A CUBA
EDITORIALI PRECEDENTI
STORIA
CUBA OGGI
AMERICA LATINA
ULTIME NOTIZIE
speciale Marti'
CANESCIOLTO
CUBANEWS
GUERRA DELL'IMPERO
RIFLESSIONI DI FIDEL
OFF TOPIC
SPECIALE COLOMBIA
CORSO DI SPAGNOLO
ORGANIZZAZIONE
Corrispondenze da Cuba (esp.)
DALL'AMBASCIATA
RESISTENCIA EN HONDURAS
uaicaterra  COLOMBIA
MEMORIA STORICA POSTER CUBANO
SPECIALE HUGO CHAVEZ
LA CUBA DI GIN
MANIFESTAZIONI
speciale sui 5 patrioti cubani
non solo CUBA
BOLETIN DE LA OFICINA DE ASUNTOS HISTORICOS DEL CONSEJO DE ESTADO
CELAC 2014

DHgate

il romanzo cult
degli anni '90

  Shop for cheap Nike Mercurial SuperFly cleats at the best prices online at SportsCleatsUS

PUBBLICITA'

PER LA TUA PUBBLICITA' SUL NOSTRO SITO

AIUTA SIPORCUBA

  DONA  TRAMITE PAYPAL  CLICCANDO

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.   
Questo sito può essere oggetto della protezione accordata dalla Legge sul Diritto d'Autore (Legge 633 / 1941) - 
Tutti i diritti Riservati Copyright ©2000- 2015 Siporcuba.it is gold certified

direttrice della informazione da Cuba: Gioia Minuti