Creare le condizioni per cominciare nel mese di gennaio la fusione delle basi per aerogeneratori è l’obiettivo essenziale al quale si lavora oggi nei parchi eolici La Herradura 1 (H1) y La Herradura 2 (H2) ubicati a nord di questa provincia. Il membro del Burò Politico e Vicepresidente de Consigli di Stato e dei Ministri, Comandante della Rivoluzione Ramiro Valdés Menéndez, lo ha verificato  durante una riunione di  lavoro nella sistemazione della Direzione Integrata del Progetto  (DIP). In accordo con le informazioni offerte da  Carlos Quesada, direttore dell’Impresa di Costruzione e Montaggio a Las Tunas, sono già state scavate e pulite 20 basi di H1 e 11 di H2. Il dirigente ha spiegato inoltre che sono stati fusi 12 sigilli di livello  tra i due parchi e che questo corrisponde allo sviluppo del lavoro previsto per questa data.  «Attualmente lavoriamo alla collocazione dei supporti degli anelli che servono come  unione della base dell’aerogeneratore con la torre che lo sostiene e si prepara l’acciaio per sette basi. Avanziamo anche nella costruzione dei viali interni dei parchi, di una larghezza approssimativa di 17 metri per la grandezza dei macchinari che si metteranno lì». Già si trovano nella provincia le attrezzature speciali che si utilizzeranno qui, per la prima volta a Cuba per via delle dimensioni dei materiali da trasportare.Adela Álvarez Fernández, che è alla guida della DIP ha detto a questo media che la prossima settimana giungerà un’imbarcazione con i primi 11 areogeneratori e quindi un’altra imbarcazione con una componente vitale: 51 pale che si riceveranno a Puerto Carúpano, nel municipio di Puerto Padre. Il Comandante si è interessato alle condizioni del porto per l’arrivo di questi materiali ed ha insistito che si deve lavorare con rapidità contro qualsiasi ostacolo che limiti il trasferimento. La direttrice del  DIP ha detto a Granma che è stato necessario importare una serie di strumenti tra i quali le pompe, imprescindibili per ritirare l’acqua dalle basi: «Perchè quando cominciamo a collocare l’acciaio per fondere si deve mantenere tutto asciutto per 24 ore».  Ramiro Valdés Menéndez ha insistito nel rispetto stretto dei cronogrammi e dei negoziati con gli importatori, data l’importanza di questo investimento per il paese.  Finalmente il Vicepresidente dei Consigli di Stato e dei Ministri ha percorso parte dei luoghi dove ha conosciuto i dettagli del lavoro sul terreno.