Lunedì  16 maggio del 2016, si è svolta a L’Avana la terza riunione della commissione bilaterale Cuba – USA.  La delegazione cubana è stata presieduta dalla direttrice generale degli Stati Uniti del Ministero delle Relazioni estere, Josefina Vidal Ferreiro,  la statunitense dall’ ambasciatrice Kristie Kenney, consigliera del Dipartimento di Stato dal vice segretario aggiunto di Stato per i Temi dell’Emisfero  Occidentale, John S. Creamer. Durante l’incontro, le delegazioni hanno controllato la marcia degli accordi adottati nella seconda riunione di questa Commissione e i risultati ottenuti negli ultimi sei mesi.  È stato constatato l’incremento delle visite ufficiali nelle due direzioni, includendo quella del presidente Barack Obama a L’Avana, nel marzo del 2016, così come gli incontri tecnici su temi d’interesse comune e gli strumenti bilaterali firmati per espandere la cooperazione, reciprocamente benefica tra Cuba e gli Stati Uniti.  I passi avanti non sono stati simili nella sfera economica, perchè il blocco è sempre in vigore nonostante le misure prese e persistono restrizioni significative all’ esportazione dagli Stati Uniti, non si autorizzano investimenti statunitensi in Cuba eccetto che nelle telecomunicazioni e non esistono relazioni bancarie normali tra i due paesi. Per questo la delegazione cubana ha insistito che l’eliminazione del blocco è una priorità, perchè continua a danneggiare il popolo cubano e i vincoli di Cuba con terzi paesi ed è il principale ostacolo per lo sviluppo della nostra economia. Inoltre è stata riaffermata la necessità di restituire a Cuba il territorio illegalmente occupato dalla Base Navale a Guantánamo, e che si eliminino altre politiche del passato che hanno impresso alle relazioni bilaterali un carattere ostile e sono sempre vigenti. Le due delegazioni hanno accordato i passi che faranno nei prossimi mesi come parte del processo verso un miglioramento delle relazioni, tra questi  la realizzazione di visite ad alto livello, scambi tecnici sull’ambiente, l’idrografia e l’applicazione e il compimento della legge, includendo lo scontro al traffico della droga e delle persone e la frode migratoria.  È stato proposto di concludere nuovi accordi per cooperare in aree come la salute, l’agricoltura, la meteorologia, la sismologia, le aree terrestri protette, le risposte all’inquinamento per perdite di idrocarburi, lo scontro al narcotraffico, la ricerca e il salvataggio, tra l’altro. Ugualmente è stato convenuto d’iniziare un dialogo sulla proprietà intellettuale e di continuare le analisi sul cambio climatico e i regolamenti vigenti nei due paesi nell’ area economico-commerciale. La parte cubana ha ratificato la volontà del governo di Cuba di andare avanti nei prossimi mesi nella costruzione di una relazione di nuovo tipo tra i due paesi, basata nel dialogo professionale e rispettoso, l’uguaglianza e la reciprocità. È stato accordato di realizzare la quarta riunione della Commissione Bilaterale nel mese di settembre a Washington.  Martedì 17 maggio si realizzerà a L’Avana la seconda riunione del dialogo d’applicazione e compimento della legge contro le autorità dei due paesi.